Per il buon funzionamento della caldaia è sempre consigliato un lavaggio abbondante dell’impianto di riscaldamento con acqua corrente al fine di smaltire fanghi, incrostazioni o residui solidi di qualunque genere soprattutto su impianti vecchi ma senza trascurare eventuali impurità e residui di lavorazione presenti nei termoarredi e/o radiatori nuovi. Nuovo non vuol dire pulito!

Sopprattutto nei vecchi impianti viene suggerita la filmatura dello stesso impedendo così il riformarsi dello sporco e delle incrostazioni.
L’applicazione di un defangatore magnetico, da posizionare sul ritorno della caldaia, consente di intercettare le impurità presenti nel circuito soprattutto in fase di attivazione dell’impianto, prima che possano arrivare alla caldaia e da verificare in occasione delle manutenzioni programmate.
Il defangatore magnetico svolge l’azione di filtro dell’impianto di riscaldamento eliminando fanghi, residui ferrosi o sabbiosi che circolano nelle tubature e, se non rimossi, creano delle superfici che non permettono la trasmissione del calore, con il conseguente aumento del consumo di gas ed il possibile malfunzionamento della caldaia, fino ad arrivare all’intasamento dello scambiatore.
L’installazione del filtro defangatore può avvenire sia su tubazioni orizzontali che verticali grazie all'attacco orientabile, una volta inserito nell'impianto di riscaldamento è necessaria una manutenzione minima.

L’utilizzo di un defangatore aumenta la vita della caldaia, aumenta l’efficienza globale dell’impianto termico, garantisce la resa termica ed evita inutili consumi di gas.

Photos



Visualizzato: 3812 volte